0733 892239
info@scatolificiots.com
0 €0,00

Shopping bag

  • Nessun prodotto nel carrello.
Scatolificio TS Cartone MOCA: REQUISITI E QUALITA'
alimenti_cartone

MOCA: REQUISITI E QUALITA’

In questo articolo parleremo di MOCA e requisiti dei materiali impiegati nella loro produzione.

 

L’argomento non sarà trattato in maniera esaustiva e completa, ma questo primo contributo, che sarà seguito da successivi approfondimenti, ha lo scopo di richiamare l’attenzione sulle linee guida della normativa italiana ed europea in materia di imballaggi di cartone destinati al contatto con alimenti. Riteniamo importante fare chiarezza su una materia di estrema importanza perché relativa alla salute del consumatore.

 

Sono definiti “materiali e oggetti a contatto con gli alimenti” (MOCA) quei materiali e oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti (recipienti e contenitori, materiali da imballaggio, etc.). Essi sono disciplinati sia da provvedimenti nazionali che europei.

Di seguito, si inquadra sinteticamente il quadro normativo di riferimento a livello comunitario e nazionale.

 

Regolamento CE 1935/2004

La Comunità europea ha adottato questo Regolamento per garantire uniformità legislativa nel mercato interno per i materiali destinai al contatto con alimenti. Stabilisce i requisiti generali cui devono rispondere i MOCA.

In particolare l’art. 3 definisce che i materiali o gli oggetti destinati a venire a contatto, direttamente o indirettamente, con i prodotti alimentari devono essere sufficientemente inerti da escludere:

  • il trasferimento di sostanze ai prodotti alimentari in quantità tali da mettere in pericolo la salute umana
  • una modifica inaccettabile della composizione dei prodotti alimentari
  • un deterioramento delle caratteristiche organolettiche

Un nuovo concetto introdotto dal Regolamento è quello della rintracciabilità dei materiali. Questo aspetto, che riguarda la possibilità di rintracciare, appunto, il percorso di sostanze e materiali che compongono il packaging destinato a venire a contatto con alimenti, verrà approfondito in altro articolo.

 

Regolamento CE 2023/2006

Stabilisce le norme relative alle buone pratiche di fabbricazione (GMP) per i gruppi di materiali e di oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti.

 

Decreto Ministeriale 21 marzo 1973 e successive integrazioni e modifiche

Disciplina materiali come carta e cartone e ne stabilisce i requisiti di composizione e purezza. La normativa si basa su “liste positive” di sostanze che possono essere impiegate nella produzione di tali materiali, con eventuali limitazioni e restrizioni, e sulle modalità di controllo per l’idoneità al contatto alimentare.

 

D.P.R. 23 Agosto 1982 n.777 e successivi aggiornamenti e modificazioni

Decreto attuativo della Direttiva CEE n.76/893 in cui, all’articolo 2, si stabilisce che gli oggetti destinati a venire a contatto con alimenti non devono rendere nocive le sostanze alimentari e non devono modificare sfavorevolmente le proprietà organolettiche degli alimenti.

 

Chiarito il quadro normativo di riferimento, è importante distinguere tra diverse tipologie di alimenti perché ne derivano limiti nella scelta dei materiali per la fabbricazione dei MOCA.

Senza entrare nel dettaglio della lista degli alimenti previsti dal DM n.220 – divisi in otto gruppi – per quanto riguarda specificamente la carta ed il cartone, gli stessi sono suddivisi in due categorie: quelli che per le caratteristiche chimico-fisiche, i cosiddetti alimenti grassi, possono provocare il trasferimento di sostanze dal contenitore con cui vengono in contatto e quelli che sono da considerare “inerti” a questo riguardo, definiti alimenti secchi. Ciò che discrimina questi due gruppi è il potere estrattivo che l’alimento presenta, attraverso la prova di migrazione.

In sostanza quando un contenitore di cartone entra in contatto con un alimento che ha potere estrattivo (alimenti per i quali è prevista la prova di migrazione, appunto) lo stesso deve essere realizzato con copertine e centri ondulati tutti prodotti esclusivamente con materiale di pura fibra vergine.

 

I MOCA presenti nella nostra gamma di prodotti rientrano perfettamente nei requisiti espressi dalla legge per tutelare la salute del consumatore finale.

Ogni nostra scatola destinata a venire in contatto con alimenti “caldi” è infatti prodotta con carte di pura fibra vergine al 100%. Da anni infatti selezioniamo, con attenzione, i nostri fornitori per offrire un prodotto “sicuro”, con le relative certificazioni di alimentarietà a norma di legge (cartone ed inchiostri) e con ottime caratteristiche meccaniche.

Articoli Correlati

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *